Servizio attivo

Gli alloggi destinati a servizio abitativo pubblico, sono abitazioni di proprietà pubblica concesse in affitto, a un canone ridotto rispetto a quello di mercato, a cittadini che si trovano in una situazione di disagio economico.

A chi è rivolto

Gli alloggi destinati a servizio abitativo pubblico sono quindi abitazioni di proprietà pubblica, concesse in affitto a canone sopportabile a nuclei familiari in condizione disagiata.

Descrizione

Gli alloggi destinati a servizio abitativo pubblico, un tempo chiamati alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP)  o case popolari, sono abitazioni di proprietà pubblica concesse in affitto, a un canone ridotto rispetto a quello di mercato, a cittadini che si trovano in una situazione di disagio economico.

Il canone d'affitto degli alloggi è commisurato alle caratteristiche dell'abitazione e alla condizione economica del nucleo familiare (Legge regionale 08/07/2016, n. 16, art. 24, com. 2).

Gli enti proprietari sono i Comuni e ALER, che rendono disponibili gli alloggi a coloro che ne fanno richiesta e che possiedono i requisiti necessari.

Come fare

Per chiedere l'assegnazione di un alloggio occorre presentare la domanda per l'assegnazione di un'unità abitativa destinata a servizio abitativo pubblico.

Le domande devono essere compilate e inoltrate telematicamente dai cittadini utilizzando la piattaforma informatica messa a disposizione da Regione Lombardia.

Cosa serve

Per poter accedere alla piattaforma informatica occorre possedere un lettore smartcard e la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) con il relativo codice PIN. Se non si possiede la CNS, si possono utilizzare le credenziali di accesso SPID. La modalità telematica consente di compilare e inoltrare la domanda comodamente da casa oppure di avvalersi delle postazioni informatiche messe a disposizione dal Comune durante il periodo di presentazione della domanda.

Quando si presenta la pratica occorre avere con sè la seguente documentazione:

  • copia del documento d'identità
  • copia del permesso di soggiorno
  • copia della dichiarazione di antigienicità e inabitabilità rilasciata dall'ATS
  • copia della documentazione e certificazioni attestanti l’assenza di immobili di proprietà nel paese di origine, per cittadini extracomunitari
  • copia della documentazione e certificazioni attestanti tipo e grado di invalidità
  • dichiarazione rilasciata dal datore di lavoro attestante la stabilità lavorativa
  • documentazione relativa al patrimonio mobiliare
  • documentazione relativa al provvedimento di sfratto o di obbligo di rilascio dell'alloggio abitato.
Tempi e scadenze

Nessuna Scadenza

Le domande possono essere presentate esclusivamente durante il periodo di apertura del bando.

Costi

La presentazione della pratica non prevede alcun pagamento

Accedi al servizio

Clicca qui per prenotare un appuntamento:

Prenota Appuntamento

Condizioni di servizio
Contatti
Argomenti

Ultimo Aggiornamento

18
Ago/23

Ultimo Aggiornamento