A chi è rivolto

L'imposta si applica ai contribuenti che risiedono nel territorio comunale al 31 dicembre dell'anno al quale si riferisce l'addizionale stessa.

Descrizione

L'addizionale comunale all'Irpef è disciplinata dal decreto legislativo n. 360 del 28 settembre 1998 e successive modifiche.
L’imposta si applica al reddito complessivo determinato ai fini Irpef ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta quest’ultima.

Come fare

Per i possessori di reddito da lavoro dipendente o pensione l’addizionale viene calcolata e versata direttamente dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione.

Sono previsti un acconto del 30%, trattenuto in 9 rate da marzo a novembre dell’anno successivo a quello di riferimento, un saldo, trattenuto in 11 rate da gennaio a novembre dell’anno successivo a quello di riferimento, e un eventuale riconteggio con la dichiarazione dei redditi conguagliato dal datore di lavoro.

Per gli altri soggetti di imposta l’addizionale è calcolata e versata in sede di dichiarazione dei redditi.

Cosa serve

Il versamento è effettuato tramite il modello F24, utilizzando i codici tributo individuati dall'Agenzia delle Entrate, associati al codice catastale C730.

Cosa si ottiene

Definizione di addizionale comunale all'IRPEF

Tempi e scadenze

Nessuna Scadenza

L’addizionale è calcolata e versata a saldo in sede di dichiarazione annuale dei redditi. Per i possessori di reddito da lavoro dipendente o pensione viene calcolata e versata direttamente dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione.

Costi

Il servizio è gratuito

Accedi al servizio

Clicca qui per prenotare un appuntamento:

Prenota Appuntamento

Condizioni di servizio
Contatti
Argomenti

Ultimo Aggiornamento

28
Ago/23

Ultimo Aggiornamento